Old Style: ascesa e caduta di un’ icona milanese

Ci voleva un fatto di cronaca nera per riportare in prima pagina l'"Old Fashion": è lì che Niccolò Bettarini, 19 anni, primogenito di Simona Ventura e Stefano Bettarini, è stato accoltellato. Age inevitabile che la discoteca, a un passo dalla Triennale, venisse chiusa: per adesso solo per un mese, poi chissà.E forse allora si potrebbe chiudere nella maniera peggiore una storia, ricca di alti e bassi, iniziata nel 1970 quando il precedente location venne totalmente ristrutturato e prese il nome di un long drink, molto in voga. In verità si chiama"Old Fashioned", a base whisky e soda, ma ititolari tolgono le due lettere finali per creare un richiamo alla moda e funziona immediatamente. Nelle cronache dell 'epoca, viene definito come"uno dei migliori dancing"di Milano, ben frequentato e incredibly affollato nei mesi caldi, grazie allo spazio esterno integrato nel Parco Sempione. Una gran bella location, figlia di tanti interventi importanti, che ha vissuto le età migliori e peggiori della città, mantenendo nella fase attuale più il nome che il valore del brand name, che ha radici lontane.Nel 1933 quando viene inagurata la Triennale di Milano, Giovanni Muzio-- uno dei geni del Futurismo-- suddivide il palazzo in tre settori: gli uffici, la zona espositiva e il Loisir, nel quale trovano posto sia il ristorante con la s ala da concerti che altri spazi destinati alla fruibilita del pubblico. Sulla terrazza-- dove oggi c'è l'Osteria con Vista-- viene invece creata la sala danzante: si balla guardando uno dei panorami più belli di Milano. E parliamo di 85 anni fa ... Nel 1947, quando la Triennale riapre dopo il periodo bellico(curiosamente, i tedeschi innamorati del luogo lo avevano ribattezzato BallHaus, la casa del ballo ), lo spazio ricreativo viene diviso da un grande camino; di qui il ristorante, di là il dancing. Al di là delle continue ristrutturazioni, è l'Old Fashion attuale.Prima di prendere l'insegna attuale, il area è stato importante per la televisione e la musica: negli anni'50, quando si chiamava"El Trianon ", ospitò le prime trasmissioni di"Lascia e Raddoppia", con Mike Bongiorno.

Nei mitici anni'60, invece, sotto il nome di"Piper"scrive buone pagine musicali fool il vertice del concerto di Jimi Hendrix, il 23 maggio 1968: 4000 paganti e migliaia fuori a spingere per entrare. Prima di diventare Old Fashion c'è anche una sciagurata parentesi come" Desired Saloon"e regolamentare sparatoria tra clienti, forse condizionati dall 'ambientazione modello film di Sergio Leone.LEGGI ANCHE Il cielo sopra Milano: i migliori aperitivi(e cene) in terrazza Gli anni '80 sono l'epoca di massimo splendore del place, anche se la "animals

"non è sempre all'

Le 20 migliori gelaterie di Milano secondo noi